TG2

TERRORISMO, LA LUNGA SCIA DI SANGUE (23/01/2019)

  • Durata:00:31:49
  • Andato in onda:24/01/2019
  • Visualizzazioni:

L’ultimo schizzo di fango è storia di stamattina: “Guido Rossa infame”, ha scritto qualcuno sui muri di Genova. “Infame”: che vuol dire spia, delatore. Le stesse accuse che quarant’anni orsono Guido Rossa pagò con la vita, prima gambizzato, poi finito con un colpo di grazia al cuore. Operaio dell’Italsider, iscritto al partito comunista italiano, sindacalista della Cgil, Rossa aveva denunciato un collega, Francesco Berardi, sorpreso a diffondere in fabbrica volantini del partito armato. “Lo abbiamo lasciato solo”, disse Luciano Lama il giorno dei suoi funerali. Solo come solo sarebbe stato cinque giorni dopo il magistrato Emilio Alessandrini, giustiziato a Milano da Prima Linea. Scrisse di lui Walter Tobagi, a sua volta ucciso dal partito armato: “hanno colpito Alessandrini per quel che aveva fatto ma ancor di più per quello che si apprestava a fare: un archivio sul terrorismo”. Lo freddarono in auto, aveva appena lasciato a scuola il figlio Marco. Ed è con Marco Alessandrini, Giovanni Fasanella e Valter Vecellio che cercheremo di ripercorrere la lunga scia di sangue che segnò gli Anni di Piombo.

Sito

Vuoi rivedere o riascoltare un altro programma?

Guarda altri contenuti di:


Navigazione alternativa dei video correlati